In un ottica in cui dal territorio sempre più forte è la richiesta di servizi per la terza età, il centro di servizi Fondazione Casa per Anziani di Pieve di Soligo guarda al futuro con dei progetti appositamente dedicati.

Si è tenuto oggi, presso il comune di Pieve di Soligo un incontro con l’Assessore ai Servizi Sociali dottor Tobia Donadel, la Responsabile dei Servizi Sociali dott.ssa Loretta Gallon e il dottor Thomas Lavia assistente sociale di Pieve di Soligo/Refrontolo nonché con la direttrice della casa di riposo di Pieve sig.ra Paola Gaiarin e l’assistente sociale dott.ssa Paola Licini dove si è proposto un nuovo Progetto chiamato “Servizio di Comunità” che coinvolgerà l’intero territorio.

Già attivi con il progetto “Benessere Terza Età” il centro di servizi pievigino, apre uno scenario nuovo fornendo una risposta al sistema di assistenza precisa e qualificata, segnando uno stacco rispetto alle tradizionali modalità di offerta.

Si è rilevata l’esigenza che le strutture residenziali non siano l’unico approdo per una forma di inclusione sociale. L’idea di creare il “Servizio di Comunità” nasce da un team di professionisti che in squadra ha realizzato e progettato una risposta di benessere e di prevenzione per le situazioni di isolamento sociale. L’idea di partenza è che si può “stare bene” e si possono prevenire le situazioni di disagio e marginalità sociale attraverso progetti di stimolazione, “maternage” e cura.

Quando mi è stato proposto dal mio team questo progetto, dice la direttrice sig.ra Paola Gaiarin l’ho subito colto con entusiasmo. Il nostro percorso si propone di mettere in movimento il territorio, in una visione di welfare che attivi la comunità a riconoscere le proprie necessità e che faccia da rete creando dei percorsi condivisi per valorizzare le ricchezze del tessuto sociale.

Noi ci prendiamo “cura delle persone anziane” che hanno bisogno di aiuto e che stando a casa propria rischiano di isolarsi.

Questo progetto “Servizio di Comunità” continua la direttrice, è rivolto a persone anziane autosufficienti e ancora autonomi, ma in condizioni di fragilità sociale che necessitano di maggior aiuto.

Il progetto è stato accolto con entusiasmo dai servizi sociali del comune di Pieve di Soligo e i cittadini che vorranno avere maggiori informazioni possono rivolgersi all’assistente sociale della Fondazione Casa per Anziani dott.ssa Licini Paola oppure ai servizi sociali del territorio.

brochure.pub

SLIDE SERVIZIO DI COMUNITA’ 1

Comments are closed.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali"

Chiudi