Ha superato ogni più rosea previsione la giornata di domenica 15 settembre nel nostro centro di servizi, dove si è svolta la consueta Festa della Famiglia giunta ormai alla sua diciannovesima edizione.

Mai come questa volta il tempo ci ha graziati offrendoci una giornata di sole meraviglioso che ha dato modo agli organizzatori di proporre a familiari e ad affezionati le molteplici iniziative preparate per l’occasione. La giornata è iniziata alle 10.00 nel parco antistante la struttura centrale con la messa solenne celebrata da Sua Eminenza Cardinale Beniamino Stella concelebrata da Monsignor Don Pietro Varnier assistente spirituale della Casa per anziani.

Durante la celebrazione si è esibito il coro Di Stramare diretto da Elena Filini con musiche e testi sacri di Monsignor Mansueto Viezzer, che hanno incantato i partecipanti.

Il presidente sig. Francesco Roccatelli ha salutato e ringraziato Sua Eminenza il Cardinale Stella per la sua presenza e ha ringraziato tutto il personale della Fondazione Casa per Anziani elencando le professioni, per il lavoro svolto quotidianamente in istituto con grande professionalità e dedizione. Concludendo con un ringraziamento particolare alla direttrice sig.ra Paola Gaiarin definendola come  il “motore di questa casa“ .

Ha invitato infine il sindaco di Pieve di Soligo sig. Stefano Soldan per un saluto. Presenti in questa meravigliosa giornata anche il vicesindaco sig.ra Luisa Cigagna e l’assessore ai servizi sociali Tobia Donadel  e in rappresentanza dell’azienda Ulls 2 Marca Trevigiana il Dott. Fabrizio Sernagiotto.

Successivamente è stata data apertura alla pesca di beneficenza curata dagli animatori educatori.

Per il pranzo, dopo un eccellente lasagna alla bolognese si è potuto degustare un ottimo spiedo preparato dagli amici del Gruppo Alpini di Pieve di Soligo (sempre presenti) accompagnato dalla polenta fatta in loco con la tipica “calliera“, solleticando le papille gustative di ben 365 persone.

Lo stesso Cardinale che ci ha onorati della sua presenza per la giornata, ha sottolineato la bellezza del ritrovarsi in famiglia nei posti natii “sentendo lo scorrere dolce del fiume Soligo e delle campane del proprio paese“.

Nel pomeriggio l’intrattenimento del “Trio Simpatia” ha fatto da apertura al musical: “questi siamo noi“, rappresentazione teatrale che ha visto coinvolti ospiti, familiari, dipendenti e volontari.

Il filo conduttore all’interno del musical faceva rivivere sogni di posti lontani che venivano rappresentati da gruppi con all’interno alcuni dipendenti autoctoni di diverse parti del mondo (Senegal,Russia,Bolivia e Santo Domingo)con musiche e balli folkloristici.

Una rivisitazione mai volgare ma semplice e scanzonata della vita in casa per anziani dove la nostalgia per il passato e la speranza nel futuro si fondono tra giornate spensierate ricche di ricordi e momenti di aggregazione.

Per tutta la giornata è rimasta aperta la mostra fotografica itinerante “la nostra storia“ con fotografie e documenti appartenenti alla storia della Fondazione casa per anziani dal lontano 1947 fino ai giorni nostri.

 

 

immagine di repertorio

Comments are closed.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali"

Chiudi